HomePiemonte

PAGINA 03 COSTI OPERE EDILI - SISTEMI COSTRUTTIVI CON MATERIALI SPECIALI PER LA DEFINIZIONE DI AMBIENTI USO CIVILE ABITAZIONE
HOMEPIEMONTE COSTRUZIONI, ti illustra in modo semplice e dettagliato i prezzi delle opere edili riferiti a sistemi costruttivi con fibre minerali e/o cartongesso. Sistemi usuali molto considerati nei paesi del Nord - Europa, in particolare Germania e Francia. Il risultato è sicuramente degno di nota per il risparmio in termini di costo e di tempo nella realizzazione delle categorie di lavoro illustrate. I vantaggi, oltre al costo di realizzazione, è rappresentato da un efficace isolamento termico e acustico degli ambienti, con conseguente risparmio energetico e ottima definizione del confort abitativo. La metodologia illustrata nelle pagine che potrai visionare è relativa a ristrutturazioni e/o nuove costruzioni uso civile abitazione. Per tale sistema costruttivo siamo strutturati per operare nelle Regioni del NORD ITALIA. Interveniamo con nostri dipendenti qualificati e sotto la rigida sorveglianza dei nostri professionisti incaricati: Architetti - Ingegneri - Geometri, con anni di esperienza nel settore.  Richiedi il preventivo sulla base dei prezzi indicati nelle pagine che seguono: sono validi per tutto il 2012 ....CONTATTACI!......HAI GIA' RISPARMIATO. I nostri obiettivi per i risultati che vuoi ottenere: 1) Intervento tempestivo e programmato nel rispetto delle tue esigenze 2) Lavori garantiti ed a regola d'arte 3) Espletamento pratica Progettuale,  Ufficio Igiene e/o altri Enti (all-inclusive, se richiesti al momento del contratto di appalto). 
SISTEMI COSTRUTTIVI  SPECIALI
Pagina 01 Parete Parete isolata acust.01 Parete isolata acust. 02 Contropareti
Pagina 02 Sottofondi a Secco Parete isolata acust. 03 Parete isolata acust. 04 Parete isolata acust. 05
PAGINA 03 Lana di roccia EPS Pannello fibra legno Fibra cellulosa
Pagina 04 Vermiculite Argilla Espansa Policarbonato P.V.C.
Pagina 05 Multistrato Lamellare Bentonite Celenit
Pagina 06 Sughero PMMA Pavimento in resina Vernice Bituminosa
Pagina 07 OSB Perlite Bitume Parete Passiva 08
Richiedi il preventivo personalizzato sulla base dei prezzi che hai visionato.....con HOMEPIEMONTE RISPARMI TEMPO E DENARO
ARTICOLI IN ARCHIVIO HOMEPIEMONTE
gli articoli sotto indicati sono illustrati e dettagliati in HOMEPIEMONTE FACEBOOK
FACEBOOK come scegliere una buona piastrella Edilizia: criteri dei lavori a regola d'arte come posare un mosaico a regola d'arte Criteri per una buona tinteggiatura (varie tecniche)
Come isolare acusticamente la nostra casa Pavimento in cotto come conservarlo..... come piastrellare da se il bagno come sostituire una piastrella rotta
LA LANA DI ROCCIA.........CHE COS'E'

La lana di roccia fu scoperta nelle isole Hawaii agli inizi del secolo scorso; deve la sua origine al processo di solidificazione, sotto forma di fibre, della lava fusa, espulsa nell'aria durante le attività eruttive. 
E' un prodotto naturale; combina la forza e la compattezza della roccia con le caratteristiche termoisolanti tipiche della lana.
Oltre ad essere un materiale naturale con caratteristiche termoisolanti notevoli, la lana di roccia, è anche un ottimo materiale fonoassorbente. E' l'elemento che riesce a coniugare in sè cinque doti fondamentali, ossia:

Isolamento termico

La sua struttura a celle aperte fornisce una barriera notevole al passaggio del caldo e del freddo e quindi sviluppa una forte azione isolante.

Fonoassorbimento

La sua struttura a celle aperte favorisce in modo perfetto l'assorbimento delle onde acustiche e quindi attenua in modo efficace l'intensità e la propagazione del rumore.

Ottimo comportamento al fuoco

La lana di roccia è un materiale inorganico, fonde a temperature superiori ai 1000 °C. La sua struttura quindi impedisce in modo certo lo sviluppo ed il propagarsi di incendi, oltre che all'impedimento della formazione di fumi e/o gas tossici derivati dalla combustione.

Stabilità all'umidità

La lana di roccia, per la sua particolare struttura, non assorbe né acqua né umidità, mantiene quindi inalterate le sue caratteristiche nel tempo.

Stabilità dimensionale

La lana di roccia non subisce variazioni dimensionali e/o prestazionali al variare delle condizioni termiche e igrometriche dell'ambiente. Coefficiente di dilatazione termica lineare dei prodotti in lana di roccia: 2x10-6C-1.

L'EPS (Polistirene Espanso Sinterizzato)......che cos'e'?
L'EPS (Polistirene Espanso Sinterizzato) è un materiale rigido, compatto, leggero, composto da Carbonio, idrogeno, e per il 98% di aria. Polistirene e Polistirolo sono sinonimi. L'EPS viene realizzato partendo dallo stirene, monomero ricavato dal petrolio, esso è presente anche in alimenti come frumento, fragole, carne, caffè. Attraverso la polimerizzazione dello stirene si ottiene il Polistirene. Quest'ultimo prima di essere espanso, si presenta sotto forma di piccole perle trasparenti. Mettendole a contatto con il pentano, un idrocarburo gassoso, e con vapore acqueo a 90°, il gas si espande facendo rigonfiare le perle fino a 20-50 volte il loro volume iniziale. Si forma cosi al loro interno una struttura a celle chiuse che trattiene l'aria e conferisce al polistirene le sue eccellenti caratteristiche di isolante termico e ammortizzatore di urti. La sinterizzazione è il processo di saldatura delle perle che, sottoposte nuovamente a vapore acqueo a 110-120°, si uniscono fra loro fino a formare un blocco omogeneo
PERCHE' SI ADOPERA IN EDILIZIA?
L'EPS è privo di valori nutritivi in grado di sostenere la crescita di funghi, batteri o altri microorganismi quindi non marcisce o ammuffisce.
L'EPS non costituisce nutrimento per alcun essere vivente, ciò lo rende ideale come contenitore per alimenti, settore nel quale è ampiamente utilizzato.
L'EPS è atossico, inerte, non contiene clorofluorocarburi (CFC) nè idroclorofluorocarburi (HCFC) Per la sua stabilità chimica e biologica l'EPS non costituisce un pericolo per l'igiene ambientale e per le falde acquifere.
L'EPS, usato nella coibentazioni nell'edilizia non presenta alcun fattore di pericolo per la salute in quanto non rilascia gas tossici. Anche nel definire e sviluppare le lavorazioni meccaniche, sono assolutamente innocue ed in particolare non vi è alcun pericolo di inalazione di particelle o di manifestazioni allergiche. Gli imballi in EPS portati in discarica non inquinano né il terreno nè l'atmosfera.
ISOLARE CON LA FIBRA DI CELLULOSA
La fibra di cellulosa è un prodotto del riciclo, ricavato cioè dalla carta dei giornali che viene trasformata e sottoposta a trattamento ignifugo e antiparassitario con sali borici. Il materiale cosi ricavato è un ottimo isolante; viene adoperato normalmente sfuso in fiocchi e applicato con apposite apparecchiature per insufflaggio. Questa particolare tipologia di posa in opera lo rende particolarmente adatto alla coibentazione di edifici esistenti nell'ambito di interventi di ristrutturazione ed in particolar modo per migliorare sensibilmente la capacità termica delle pareti.
La capacità termoisolante della fibra di cellulosa (ha una conduttività termica pari a 0,037 W/mqK) è determinata dalla resistenza dell'aria che, diffusa uniformemente nelle minuscole cavità del materiale, ostacola la trasmissione del calore, prodotto all'interno degli ambienti abitativi. Pur essendo igroscopico (è in grado di assorbire fino al 30% di umidità, restituendola poi lentamente all'ambiente) non perde la sua capacità isolante. E' traspirante, inattaccabile dagli insetti, non emette sostanze nocive, è resistente al fuoco (classe 1), non produce fumi tossici in caso di incendio; è elettricamente neutro ed ha buona capacità come isolante acustico. Oltre alla versione in fiocchi, esiste anche una versione granulare, ottenuta senza l'aggiunta di colle o leganti e quindi riciclabile al 100%, che viene applicata con getto a secco; nella posa in opera comporta una produzione di polveri estremamente ridotta, di gran lunga inferiore ad altre applicazioni a secco.
DOVE E' APPLICATA
PARETI DIVISORI INTERNE E PARETI PERIMETRALI: grazie alle sue caratteristiche termoisolanti è particolarmente adatto sia per isolare pareti interne che isolare e/o insufflare le intercapedini delle pareti perimetrali delle nuove abitazioni. La fibra cosi insufflata permette la traspirazione delle murature. E' ottimamente utilizzata inoltre nelle coibentazioni di murature in edifici esistenti nell'ambito di interventi di ristrutturazione
PANNELLI ISOLANTI IN FIBRA DI LEGNO

I pannelli isolanti in fibra di legno vengono realizzati con legno di abete rosso o di pino. La materia prima è costituita da residui di segheria, legni deboli ecc.
Il legno viene frantumato e quindi scomposto in sottilissime fibre di legno mediante procedimenti termici e meccanici. Le fibre cosi ricavate, conferiscono al pannello la stabilità tipica attraverso l'intreccio e l'infeltrimento subito durante la pressatura.
Le resine naturali proprie del legno vengono sprigionate per scomposizione con l'aggiunta di allume, conferendo al pannello dopo l'essiccazione la stabilità necessaria senza dover aggiungere altri leganti. Per rendere i pannelli resistenti all'umidità vengono addizionati a seconda dell'uso per cui sono destinati alcune sostanze idrofobizzanti (lattice, cera e un surrogato di bitume a base di resina naturale).

DOVE SI APPLICANO I PANNELLI IN FIBRA DI LEGNO?

I pannelli in fibra di legno vengono proposti in vari spessori , per applicazioni nella sezione interna o esterna dell'edificio: Pannelli isolanti per tetto idrofobizzati utilizzati come sottotetto sostituiscono il tavolato e il sottostrato protettivo. Vantaggi: aperti alla diffusione, possibilità di isolamento pieno tra le travi portanti, azione isolante aggiuntiva, posa rapida. 
Pannelli per l'isolamento continuo sopra le travi portanti. Pannelli isolanti per l'isolamento tra le travi portanti del tetto, nelle pareti montanti e soffitti a travi di legno nonché per facciate sospese e pareti intermedie. Pannelli isolanti per facciata come elemento di un sistema compound termoisolante. Elementi finiti per pavimenti a secco e per applicazione sotto pavimento per insonorizzazione anti calpestio. Pannelli isolanti speciali per pareti divisorie e fonoisolanti leggere.

Caratteristiche e proprietà dei pannelli isolanti in fibra di legno

Il pannello in fibra di legno è permeabile al vapore acqueo e consente un tipo di costruzione a diffusione aperta( µ =5) 
L'effetto termoisolante è buono (? =0,04 W/mK), e per di più rispetto ad altri materiali isolanti risulta una maggiore capacità di accumulo del calore e proprietà fonoisolanti apprezzabili. La capacità di accumulo del calore dei pannelli è importante soprattutto a livello di sottotetto dato che consente di ottenere un buon sfasamento nonché smorzamento dei picchi termici. Nelle sezioni ad alto rischio di umidità vanno previsti pannelli idrofobizzati preferibilmente con aggiunta di resina naturale .. Classe di infiammabilità 2, infiammabile normalmente.

Le materie prime sono inesauribili e pertanto disponibili in misura praticamente illimitata per il relativo utilizzo. Il consumo di energia durante la produzione è relativamente alto. L'inquinamento ambientale per effetto delle acque sporche scaricate durante la produzione viene ridotto al minimo attraverso la circolazione in circuiti chiusi. I resti dei pannelli isolanti in fibra di legno possono essere lavorati per produrre nuovi materiali isolanti oppure designati al compostaggio.. 
Questo materiale isolante è sostanzialmente conforme ai requisiti richiesti per un prodotto ecologico e rappresenta pertanto un'alternativa valida.
Richiedi il preventivo personalizzato sulla base dei prezzi che hai visionato.....con HOMEPIEMONTE RISPARMI TEMPO E DENARO